Che i crotonesi siano fin troppo fraccomodi è ormai fatto noto. L’incapacità, apparentemente insormontabile, di gestire i propri rifiuti ingombranti è l’esempio più evidente. Ma anche con la gestione dei rifiuti ordinari non ce la caviamo male in città.

Al pari delle diverse emergenze che riguardano i conferimenti (quest’anno ancora non è successo nulla di grave) c’è l’atavica mancanza di collaborazione dei cittadini. Inutile difenderli: gettano immondizia ovunque, incuranti della raccolta differenziata e del tanto decantato decoro urbano.

Per intenderci, basta notare la condizione dei cassonetti verdi distribuiti in lungo ed in largo. La maggior parte dei cassoni è stata privata dei coperchi, perché alzare il coperchio (con l’apposito pedale o anche a mano) evidentemente era una fatica intollerabile.

Quei coperchi hanno una duplice funzione. Quella più ovvia, è il contenimento della spazzatura, e dunque anche del suo odore: privare i cassonetti dei coperchi vuol dire costringersi a sorbire il tanfo della spazzatura rancida (dopo una giornata sotto al sole, a 40 gradi) per ore ed ore, e spesso anche per qualche notte, finché il cassonetto non viene svuotato.

L’altro aspetto invece riguarda l’accesso di animali (gatti, topi, gabbiani), che in cerca di cibo aprono i sacchetti, spesso li trascinano al di fuori del cassone e ne spargono il contenuto per cercare qualche brandello abbastanza saporito da ingurgitare. L’odierna mentalità del cazzo farà si che i più se la prendano con gli animali selvatici, ma il problema ovviamente non solo loro.

Un tempo c’era un modo di dire, qui in città: povero sì, ma lòrdu picchì? Ecco, oggi la sporcizia è – evidentemente – un elemento imprescindibile a Crotone, dove gli stessi cittadini che si lamentano degli aumenti della Tari e della gestione dei rifiuti manomettono sistematicamente i cassonetti dei conferimenti.

Ciò finisce per vanificare anche l’innegabile lavoro portato avanti dall’Akrea e dai suoi operatori, che si stanno impegnando non poco nelle pulizie ordinarie e chiedono semplicemente collaborazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.