Nella tarda serata di ieri il Partito Democratico ha svelato – dopo una lunga e travagliata riunione ferragostana – i suoi candidati di punta alle prossime elezioni. In Calabria c’era molto fermento, e nelle ultime settimane l’attesa dei ticket per Camera e Senato avevano seminato non pochi malumori.

Ma veniamo al dunque. Il Pd punta sostanzialmente su una rosa di quattro nomi. Alla Camera troviamo come capolista Nicola Stumpo, già parte della direzione nazionale del partito, e la parlamentare Enza Bruno Bossio. Al Senato invece corre da capolista Nicola Irto, consigliere regionale, seguito dall’ex sindaca in quota dem Carolina Girasole.

Volendo fare una considerazione meramente campanilistica, tra i quattro candidati ben due sono del crotonese (rispettivamente Cotronei ed Isola Capo Rizzuto), ed entrambi hanno una valida militanza politica alle spalle. A primo impatto, entrambi i ticket sono molto forti visto che puntano su nomi importanti del panorama politico locale, ma le possibilità di vincere o di rimontare sul centro-destra restano basse.

Anche in Calabria infatti è data in vantaggio la colazione Forza Italia-Fratelli d’Italia-Lega, e pare addirittura che Silvio Berlusconi voglia candidarsi proprio in Calabria, tanto è certo di vincere a mani basse. La speranza ovviamente è che le elezioni nazionali riservino un trattamento differente ai partiti privilegiati per l’amministrazione regionale.

A questo punto, comunque, manca poco. Personalmente, ritengo che l’accoppiata Irto-Girasole sia molto valida, vero cavallo di punta del partito. Ma vedremo chi la spunterà. E sopratutto, vedremo cosa proporrà il resto della sinistra, che per adesso non sembra essersi attivata più di tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.