• Mistici, apparizioni e altre fesserie

    Oggi in Calabria si è provato a far passare come rilevante un evento da nulla: la dedicazione della chiesa a Natuzza Evolo, la “mistica” che nel 1944 ebbe una “visione” su dove sarebbe dovuta sorgere appunta una chiesa. E che chiesa: 3 mila posti a sedere all’interno, e circa 10 mila posti in piazza per […]


  • Marea umana

    Una vera e propria marea umana si è riversata, ieri notte, dietro al quadro della Madonna di Capo Colonna. Una folla veramente enorme, smisurata, che ha impiegato oltre quaranta minuti a smaltirsi. E non immagino la calca creatasi al cimitero, visto il numero di persone che già vi si recavano prima del passaggio dell’effige. Complice […]


  • Guerra delle fantasie

    Avevate mai sentito un vescovo ricordare ai bambini che Babbo Natale non esiste, ed affermare al contempo la storicità della figura di San Nicola? No? Beh, nemmeno io, almeno fino ad oggi.


  • Usanze (perdute) dei morti

    Quando Papa Gregorio IV istituì formalmente la celebrazione di Ognissanti, nell’840 d.C., in tutto il mondo conosciuto si svolgevano già diverse celebrazioni a memoria dei defunti. Celebrazioni pubbliche, come accadeva nel mondo antico, dove in alcune date prestabilite si celebravano tutti i defunti collettivamente, ma anche celebrazioni private, riservate al culto familiare o ai defunti […]


  • Perché diciamo “scapolàre”

    Dopo una lunga giornata di lavoro, dopo una cena o un aperitivo ormai concluso, dopo una giornata di mare o a seguito di una situazione si sta rendendo noiosa, i crotonesi tirano fuori in coro la stessa frase: Bèh, scapulàm? Scapulàre, o scapolàre in italiano, è sinonimo di concludere qualcosa. È un termine diffuso in […]


  • La località “scannagiudei”

    A proposito di Giorno della Memoria e tradizione ebraica crotonese: sapete che, proprio nel crotonese, si trova una delle località con il toponimo più controverso dei tempi recenti? Il marchesato in fonto è pieno di luoghi che si chiamano in modi non troppo amichevoli (si pensi a località crepacuòre, o femmina morta), così come tutta […]


  • Cenni sulla Crotone ebraica

    L’antisemitismo non è mai morto, ed anche a Crotone, purtroppo, l’atteggiamento nei confronti del Giorno della Memoria sono spesso fin troppo vaghi e superficiali. Oggi come ieri, i sempre più frequenti attacchi alle minoranze, alle etnie diverse dalla nostra, alle “altre razze” con le quali condividiamo il mondo, hanno cambiato la nostra percezione del diverso. […]