• Stare già in bolletta

    Dopo i disagi della pandemia, il nuovo anno inizia già con il suo carico di problemi. E gli aumenti di quasi tutto, con conseguente consapevolezza di dover fare molte rinunce (ancor di più di quante già non fatte) hanno già ridimensionato le aspettative.


  • Un anno a costo zero

    Lo scorso anno sono riuscito – sorprendentemente – a seguire la mia lista di buoni propositi, riuscendo a fare tutto quello che mi ero prefissato. Un buon traguardo che mi spinge a fare meglio, con una nuova serie di obiettivi da raggiungere nei prossimi 365 giorni. A partire dal primo: sopravvivere.


  • Memorie

    Ci sono degli oggetti che lasci abbandonati per tempi indefiniti, e che poi ritrovi quasi per caso. E ti fanno rivenire in mente tutta una serie di ricordi, situazioni, cose.


  • Impulsi cartacei

    Un mio “difetto” è che per quanto scrivo, non lo faccio mai con la penna. Mi sembra quasi un ricordo scolastico, che mi riporta alla mente quel fastidio dei compiti a casa, le dita sporche. Eppure, al contempo, ho come un’attrazione per la cancelleria, che mi spinge a desiderare (e spesso comprare) penne, taccuini, agente, […]


  • Xarelto, si cambia

    Dopo cinque anni di assunzione continuata, la mia terapia con lo Xarelto cambia. Dosagio minore e possibile interruzione della somministrazione già a partire dal prossimo anno, con lo spettro del “sine die”.


  • Primo bagno (in ritardo)

    Annata strana, questa del 2021. Siamo a fine maggio e fa ancora piuttosto freddo, un po’ più del solito, al punto che solo oggi ho fatto il primo bagno. Acqua “gelida” e vento altrettanto freddo, a certificare un clima differente o una differente percezione di esso.


  • Manco la gioia del fuoco

    Ogni tanto mi lascio imbambolare da quei metodi moderni per fare le cose. Avete presente no, quando vi spiegano che quello che fate è superato e che ormai si fa in un altro modo.